Benvenuto nel sito della

Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli Ingegneri ed Architetti Liberi Professionisti

sei in: Home   freccia path   Contatti   freccia path   Fatturazione elettronica: al via quella verso la P.A.

Contatti

Fatturazione elettronica: al via quella verso la P.A.

Sei un fornitore di Inarcassa (anche professionista) e devi fatturare le prestazioni eseguite? Dal 6 giugno, poiché Inarcassa è inserita all’interno dell’elenco Istat, dovrai farlo esclusivamente utilizzando il formato della fattura elettronica.

Se non hai ricevuto la comunicazione inviata a tutti i fornitori puoi vederne, di seguito, la sintesi:

Chi sono i soggetti interessati
Tutti fornitori di beni e servizi, inclusi quelli professionali.

Quale fattura
Lo schema è quello della FatturaPA , le cui specifiche sono indicate sul sito www.fatturapa.gov.it.

Come inviare
Potrai trasmettere le fatture esclusivamente tramite il Sistema di Interscambio, previsto dal DM 55/2013 e gestito dal MEF.

Perché Inarcassa è obbligata ad adottare la fattura elettronica a partire da quest’anno
Inarcassa rientra tra i destinatari della norma in quanto, essendo inclusa nell’elenco ISTAT, è equiparata alla PA.

Cosa si deve fare per essere sicuri che la fattura arrivi direttamente agli uffici
Bisogna obbligatoriamente inserire, all’interno della fattura, un Codice Univoco che identifica l’Ufficio destinatario. Il Codice Univoco di Inarcassa è il seguente: G2V3PG

Quali altri dati devono essere inseriti in fattura
Vanno inseriti il Codice Identificativo Gara (CIG), il Codice Unico di Progetto se previsto (CUP), il Riferimento all’Ordine di Acquisto (OdA) e l’identificativo della Ricezione.

Cosa succede, dopo il 6 giugno, alle fatture non conformi al formato elettronico
Le fatture non conformi che perverranno dopo il 6 giugno verranno restituite, in quanto emesse in violazione di legge.

Fino a quando è possibile “smaltire le code”
Le fatture in formato non elettronico, pervenute fino al 5 giugno, potranno essere pagate fino al 5 settembre.

Che succede a partire dal 6 settembre
Dal 6 settembre scatta il divieto di effettuare qualsiasi pagamento (anche in acconto) in assenza di fattura elettronica.
Le agevolazioni per le PMI Il MEF (attraverso il portale degli Acquisti in Rete) renderà disponibili in via non onerosa, per le procedure di acquisto effettuate tramite il mercato elettronico delle Pubbliche Amministrazioni (MEPA), i servizi e gli strumenti di supporto per la generazione e la gestione della fattura.