Benvenuto nel sito della

Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli Ingegneri ed Architetti Liberi Professionisti

sei in: Home   freccia path   Iscrizione   freccia path   Quesiti Frequenti

Quesiti Frequenti

Quali sono i requisiti necessari per iscriversi a Inarcassa?
- - - - - - - - - - - - - - - -
Gli Ingegneri e gli Architetti devono iscriversi ad Inarcassa quando possiedono contemporaneamente i seguenti tre requisiti:

  • iscrizione all'Ordine professionale;
  • possesso di partita IVA individuale o di associazione o di società di professionisti;
  • non assoggettamento ad un'altra forma di previdenza obbligatoria.

Posso scegliere se iscrivermi o no?
- - - - - - - - - - - - - - - -
No, in presenza dei requisiti previsti, l’iscrizione ad Inarcassa è obbligatoria ed avviene attraverso la presentazione, da parte dell’interessato, della comunicazione di iscrivibilità .

Ho aperto partita IVA, ma la mia attività non è strettamente professionale di ingegnere o architetto. Devo comunque iscrivermi ad Inarcassa?
- - - - - - - - - - - - - - - -
Il semplice possesso dei requisiti di iscrivibilità determina l'obbligo dell'iscrizione ad Inarcassa.

Inarcassa prevede la possibilità di proseguire volontariamente i versamenti dopo la cancellazione?
- - - - - - - - - - - - - - - -
No, la prosecuzione volontaria non è ammessa.

Sono un giovane neo-iscritto all’albo professionale. Ho appena aperto la partita IVA per iniziare l’attività professionale. Ho meno di 35 anni di età. Devo chiedere io la riduzione contributiva in occasione della domanda di iscrizione?

- - - - - - - - - - - - - - - -
No, una volta ricevuta la domanda di iscrizione, Inarcassa calcolerà automaticamente la contribuzione dovuta per intero o ridotta in base ai dati anagrafici del neo-iscritto.

Sono ingegnere iscritto all'Ordine di Roma e sono pensionato INPS dal 2006. Ho aperto partita IVA da quest’anno per esercitare la libera professione. Devo iscrivermi ad Inarcassa?
- - - - - - - - - - - - - - - -
Il pensionato di altro istituto che intraprende la libera professione deve obbligatoriamente iscriversi ad Inarcassa e corrispondere i contributi soggettivi ed integrativi nella misura prevista per tutti gli associati.

Sono un professionista dipendente di un’azienda privata. Poiché la mia attività prevalente è quella professionale, posso iscrivermi ad Inarcassa?
- - - - - - - - - - - - - - - -
No, perché l'iscrizione ad Inarcassa è incompatibile con altre forme di previdenza obbligatoria.

Cosa devo fare per essere cancellato da Inarcassa se divento dipendente?
- - - - - - - - - - - - - - - -
Se interviene un rapporto di lavoro dipendente, deve darne comunicazione ad Inarcassa allegando una autodichiarazione dalla quale risulti la data di assunzione o un'attestazione del datore di lavoro.

Cosa devo fare se chiudo la partita Iva?
- - - - - - - - - - - - - - - -
Nel caso in cui si chiuda la partita IVA individuale deve essere inviato l’apposito modulo ad Inarcassa mentre in caso di recesso e/o cessazione di una partita IVA associativa è necessario allegare il certificato di cessazione rilasciato dall'Ufficio IVA e/o l’atto di recesso.
La perdita di questo requisito comporta la cancellazione dai ruoli di Inarcassa.

Sono un architetto trentaquattrenne, iscritto ad Inarcassa da due anni ed usufruisco della riduzione contributiva. Ho una proposta di un lavoro dipendente part-time a tempo determinato della durata di due anni. Devo cancellarmi anche se il contratto è part-time?
- - - - - - - - - - - - - - - -
Il contratto di lavoro dipendente, anche se part-time, determinerà la cancellazione dai ruoli di Inarcassa, in quanto prevede assoggettamento a contribuzione obbligatoria presso altro Istituto di previdenza. Con la cancellazione per i due anni di contratto perderà però il beneficio della riduzione contributiva, poiché alla scadenza del contratto biennale dovrà reiscriversi ad Inarcassa, ma avrà superato il trentacinquesimo anno di età.