á
Benvenuto nel sito della

Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli Ingegneri ed Architetti Liberi Professionisti

sei in: Home ááfreccia path á Assistenza ááfreccia path á IndennitÓ per inabilitÓ temporanea ááfreccia path á FAQ

FAQ

InabilitÓ professionale temporanea

Una definizione

Che cosa si intende per inabilitÓ temporanea?
Per inabilitÓ temporanea si intende l'incapacitÓ assoluta che impedisca totalmente l'iscritto ad esercitare la libera professione in via temporanea, a causa di infortunio e/ o malattia.


Le cause dell'inabilitÓ

Che cosa si intende per infortunio? e cosa si intende per malattia?

Per infortunio si intende l'evento a causa fortuita, violenta ed esterna, che produca lesioni fisiche obiettivamente constatabili. Sono escluse dalla protezione le cause infortunistiche elencate all'art. 2 del Regolamento.

Per malattia si intende ogni alterazione dello stato di salute non dipendente da infortunio.



MaternitÓ

E' riconosciuta l'inabilitÓ temporanea causata da complicanze della gravidanza per il periodo che precede i 5 mesi indennizzati ai sensi della normativa sull'indennitÓ di maternitÓ?
Si, ma soltanto nei casi di notevole gravitÓ, riconosciuti come tali dal sanitario di fiducia di Inarcassa, che comportano un impedimento assoluto all'esercizio della professione per pi¨ di 40 giorni".


CumulabilitÓ

Con altre prestazioni assistenziali

La prestazione di inabilitÓ Ŕ cumulabile con altri trattamenti previdenziali o assitenziali erogati da Inarcassa?
No. L'indennitÓ per inabilitÓ temporanea non Ŕ cumulabile con altre prestazioni erogate da Inarcassa, sia direttamente sia in convenzione. In particolare l'indennitÓ non Ŕ cumulabile con i trattamenti di pensione, con l'indennitÓ di maternitÓ, con la diaria di ricovero ospedaliero prevista dalla polizza sanitaria "base" per gli iscritti e pensionati, con i sussidi erogati per la stessa causa.


Con la copertura sanitaria integrativa

E' cumulabile la diaria giornaliera di ricovero prevista dalla polizza sanitaria integrativa (facoltativa) sottoscritta dall'assicurato?
Si.


Con i servizi finanziari

La erogazione di mutui, finanziamenti agevolati e prestiti d'onore sono cumulabili con l'inabilitÓ temporanea?
Sono cumulabili prestazioni diverse da quelle indicate al quesito n. 4, come ad es. la erogazione di mutui, finanziamenti agevolati, prestiti d'onore stante la diversa ratio degli istituti in essere.


Requisiti e durata della prestazione

Requisiti d'accesso

Quali sono i requisiti per accedere alla inabilitÓ temporanea?

L'indennitÓ viene erogata al professionista che presenta i seguenti requisiti: a) sia iscritto al momento della domanda e rimanga iscritto per tutto il periodo di inabilitÓ accertato; b) abbia maturato almeno tre anni continuativi di iscrizione e contribuzione ad Inarcassa immediatamente antecedenti l'evento; c) sia in regola con tutti gli adempimenti previsti dallo Statuto; d) non abbia compiuto i 65 anni di etÓ al momento dell'evento. In caso di infortunio si prescinde dall'anzianitÓ minima di tre anni. La prestazione decade al compimento del 65░ anno di etÓ.



ValiditÓ di periodi riscattati o ricongiunti

Nel computo dei tre anni di iscrizione e contribuzione sono validi anche i periodi di riscatto o ricongiunzione?
Si. Sono validi i periodi di riscatto o ricongiunzione se perfezionati alla data della domanda di inabilitÓ temporanea.


Periodo minimo

Quale Ŕ il periodo minimo indennizzabile?
L'indennitÓ viene erogata a condizione che l'inabilitÓ temporanea accertata sia maggiore di 40 giorni.


Periodo massimo

Quale Ŕ il periodo massimo indennizzabile?
L'indennitÓ viene erogata a partire dal primo giorno successivo all'insorgenza dello stato di inabilitÓ fino alla guarigione clicnica o al recupero della capacitÓ professionale e, comunque, per un periododo massimo continuativo di 9 mesi.


Cancellazione

Cosa succede se il professionista si cancella da Inarcassa durante il periodo di inabilitÓ ancora in corso?
Il professionista deve rimanere iscritto ad Inarcassa per tutto il periodo di inabilitÓ. L'eventuale cancellazione anticipata rispetto al termine finale di guarigione comporta la revoca dell'intera indennitÓ con ripetizione integrale delle somme erogate.


La domanda

Come presentare la domanda e a chi indirizzarla ?
La domanda, in carta libera, va compilata in ogni sua parte utilizzando la modulistica (domanda e certificato medico) reperibile sul sito www.inarcassa.it. La domanda va inviata per posta raccomandata a Inarcassa - Ufficio Assistenza agli Iscritti - Via Salaria 229 - 00199 Roma, o via fax al numero 06.85274211 o via PEC all'indirizzo protocollo@pec.inarcassa.org, o via web.


Documenti da allegare

Quale documentazione occorre allegare alla domanda?
La domanda va accompagnata da un certificato medico, redatto dal medico legale di una struttura pubblica o, in alternativa, dal medico ASL, dal quale si evinca la data di insorgenza dell'inabilitÓ, la natura dell'infortunio o della malattia e la relativa prognosi. Il certificato va corredato da copia della documentazione medica e clinica rilasciata da una struttura pubblica (pronto soccorso, ospedale, presidio ASL).


Domanda in conto terzi

La domanda pu˛ essere presentata anche da terzi per conto dell'assicurato?
Si. In caso di impedimento dell'assicurato la domanda pu˛ essere inoltrata da un familiare o da chi ne fa le veci.


Termini di presentazione

Quale Ŕ il termine di presentazione della domanda?
La domanda va presentata entro trenta giorni dalla data di accertamento medico dell'inabilitÓ e comunque entro e non oltre i cinquanta giorni dalla data dell'evento. Per accertamento medico si intende la documentazione clinica da cui si evince la menomazione subita (malattia o infortunio).


Continuazione stato di inabilitÓ

Quale documentazione occorre presentare nel caso lo stato di inabilitÓ si protragga?
Occorre trasmettere ad Inarcassa il certificato medico redatto dal medico legale di una struttura pubblica o, in alternativa, dal medico ASL, che attesti la continuazione dello stato di inabilitÓ, utilizzando il modello reperibile sul sito www.inarcassa.it, corredato da copia della documentazione medico-clinica.


ModalitÓ di erogazione

Deliberazione della Giunta

Quando viene deliberato il trattamento?
In presenza di tutti i requisiti previsti e dietro parere medico del Sanitario di fiducia Inarcassa, la Giunta Esecutiva liquida il trattamento alla prima riunione utile. Prima di procedere alla liquidazione, la Giunta Esecutiva pu˛ richiedere ulteriore documentazione fiscale e/o sanitaria all'interessato.


Erogazione

Come viene accreditata l'indennitÓ?
L'indennitÓ viene erogata a cadenza mensile mediante accredito su conto corrente bancario o postale; va esplicitamente evidenziato l'IBAN sul quale effettuare l'accredito


Importo dell'indennitÓ

Il calcolo

Come viene calcolata l'indennitÓ?
L'indennitÓ viene erogata su base giornaliera per un periodo massimo continuativo di 9 mesi. L’importo giornaliero Ŕ calcolato sulla base del reddito professionale medio prodotto nei due anni solari precedenti l’evento, rivalutato e rapportato in giorni, ed Ŕ pari: a) al 60% fino al 60░ giorno dall’insorgenza dello stato di inabilitÓ; b) all’80% dal 61░ giorno per il restante periodo di inabilitÓ.


Diaria giornaliera

Quali sono i valori minimi e massimi della diaria giornaliera?
L'indennitÓ non pu˛ essere inferiore a 10 volte il contributo soggettivo minimo dell'anno in cui si verifica l'evento, rapportato su base giornaliera. Per l'anno 2013 l'indennitÓ minima giornaliera Ŕ pari a euro 62,00. L'indennitÓ giornaliera non pu˛ essere superiore al reddito massimo pensionabile, previsto dallo Statuto per l'anno di riferimento dell'evento, rapportato su base giornaliera. Per l'anno 2013 l'indennitÓ massima giornaliera Ŕ pari a euro 248,00.


Ritenuta d'acconto

Qual Ŕ il trattamento fiscale dell'indennitÓ per inabilitÓ temporanea?
L'indennitÓ per inabilitÓ temporanea ha carattere sostitutivo del reddito di lavoro autonomo (art. 6, comma 2 TUIR). Al momento della corresponsione Ŕ applicata la ritenuta di acconto nella misura del 20% prevista dall'art. 25 del DPR n. 600/1973.


Persistenza dello stato di inabilitÓ

Accertamenti

Quali accertamenti pu˛ disporre Inarcassa nei confronti del titolare del trattamento di inabilitÓ temporanea?
Inarcassa pu˛ effettuare in qualsiasi momento controlli finalizzati ad accertare il perdurare dello stato di inabilitÓ, sia tramite il Sanitario di fiducia sia tramite la rete medico-territoriale di cui dispone.


Cessazione

Cosa succede se l'iscritto non viene giudicato pi¨ inabile a seguito di accertamento diretto?
L'erogazione della indennitÓ cessa con effetto immediato dal giorno in cui Ŕ accertato il recupero, anche parziale, della capacitÓ lavorativa dell'iscritto.


á