Benvenuto nel sito della

Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli Ingegneri ed Architetti Liberi Professionisti

I benefici per i giovani iscritti

(Artt. 4.4 e 5.4 | Regolamento Generale Previdenza 2012 )

I giovani ingegneri ed architetti che si iscrivono o che si reiscrivono ad Inarcassa prima di aver compiuto i trentacinque anni di età beneficiano della riduzione contributiva per cinque anni solari a partire dalla data di prima iscrizione e comunque non oltre il trentacinquesimo anno di età. Tale beneficio si applica anche nei casi di reiscrizione se interviene durante il periodo di contribuzione agevolata (cioè entro i cinque anni dalla data di prima iscrizione).

Fino al 2012 compreso il beneficio della riduzione contributiva è applicato sul reddito professionale uguale o inferiore a quello relativo al primo scaglione usato per il calcolo pensionistico (pari a € 43.750,00 per il 2012). Sul reddito eccedente è applicata l’aliquota di contributo soggettivo intera.

Dal 01/01/2013 il beneficio della riduzione contributiva, anche se già riconosciuto per gli anni precedenti, spetta solo ai giovani associati che dichiarano un reddito professionale IRPEF inferiore o uguale ad un importo prefissato (per il 2017 pari a € 45.700,00). Se il reddito supera tale valore (la verifica viene fatta al momento della dichiarazione con scadenza 31 ottobre dell’anno successivo), si applica l’aliquota intera del 14,50% (e non quella del 7,25%) sull’intero reddito professionale dichiarato.

I giovani iscritti che hanno fruito della riduzione contributiva, avranno, dopo almeno 25 anni, anche non consecutivi, di iscrizione e contribuzione intera ad Inarcassa il riconoscimento di una contribuzione figurativa che andrà ad incrementare il montante contributivo, fino al raggiungimento della contribuzione piena per gli anni di riduzione contributiva.


LE RIDUZIONI CONTRIBUTIVE IN DETTAGLIO

Contributo soggettivo:

  • contributo minimo: riduzione ad 1/3 (€ 760,00 nel 2017);
  • contributo percentuale: riduzione dell'aliquota di calcolo dal 14,50% al 7,25%.

 

Contributo integrativo:

  • contributo minimo: riduzione ad 1/3 (€ 225,00 nel 2017);
  • contributo percentuale: nessuna riduzione.